La relazione mediata nel tempo del web

Questo il contributo di Massimiliano Padula, presidente del Copercom, pubblicato da “Avvenire”, che dedica la pagina di “Portaparola” alla parrocchia e su come testimoniare “in modo attraente” la fede in un mondo “fluido”, plasmato dai nuovi alfabeti digitali: “Dalla comunicazione parrocchiale alla parrocchia che comunica. Non è uno slogan ma una missione che abbraccia tutta…

Lo schermo è solo un’inquadratura!

L’uso della parola schermo, trovata in una novella di Henry James, scritta intorno al 1898, è per Luciano Barrilà, psicologo, socio di Pares Società Cooperativa e fondatore del progetto Correre Pensando, motivo di stupore e spunto per una interessante riflessione. Se parliamo di schermo, noi pensiamo allo schermo dello smartphone, a quello del computer, a…

Verità e libertà, due condizioni per una comunicazione di pace

Liberarci dai pre-concetti, dalle rigidità, dalle paure di Nadia Bonaldo, fsp l fondamento biblico del tema della 52ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali è il versetto dell’evangelo di Giovanni: «Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» (Gv 8,32). Ma cos’è la verità, s’interroga Pilato. Se Gesù, invece di tacere, avesse risposto in maniera…

FAKE: alterare la verità

1. La parola alla parola Fake è un’espressione che di recente ricorre spesso quando si parla di notizie false in rete. La parola fake è di origine anglosassone che, tradotta in italiano, se usata come aggettivo significa “falso”, “contraffatto”, “alterato” mentre come verbo indica fingere, falsificare, contraffare. Secondo l’enciclopedia online della Treccani, falso, usato come…