CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE

Il messaggio di Papa Francesco per la 53ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, ci invita a rimettere al centro la persona, e con essa, le relazioni e la comunità.
In una società sempre più frammentata, dove predomina l’individualismo, ci ricorda che non siamo cellule scollegate, ma siamo un unico corpo e funzioniamo bene nella misura in cui riusciamo a interagire in maniera sana, partecipata secondo un principio di corresponsabilità gli uni verso gli altri.
Per usare un’ espressione corrente, il messaggio promuove un approccio win-win, cioè vinco io se vinci anche tu e se vinciamo tutti insieme.
Con l’avvento della globalizzazione e di internet, di cui i social network sono l’emanazione più significativa in termini di relazioni umane, sembra si sia andato perdendo il senso profondo dell’interazione e della comunità. Tende a predominare la relazione virtuale, a discapito della relazione reale, in carne ed ossa, e con essa un’immagine pubblica e falsata delle persone, anziché quella vera, integra e profonda.

Prima di ogni cosa la relazione è un incontro con l’Altro, che ci consegna la sua umanità, la sua verità. Guardarsi negli occhi consente di conoscersi nell’anima, stringersi la mano consente un trasferimento di energia vitale, e esprimersi con il corpo – la cosiddetta comunicazione non verbale che rappresenta il 93% della comunicazione complessiva – permette di cogliere in profondità le sfumature di ciò che l’altro vuole dirci.
Per questo abbiamo rappresentato il tema con una grafica che mette in primo piano delle persone – giovani, perché principali fruitori della comunicazione virtuale- le quali scelgono di uscire dal mondo virtuale del web, che resta sullo sfondo, e calarsi la maschera dell’emozione facilmente veicolata dai social e spesso banalizzata, per vivere, trasmettere e condividere con gli altri l’emozione reale, il vero sé.
È chiaro che non si vuole condannare la tecnologia e l’innovazione che guida il progresso umano, ma si mette in primo piano la bellezza dei volti e dei sorrisi che esprimono accoglienza, gioia ed entusiasmo… Che vanno molto al di là di semplici emoticon virtuali.

È cosa buona fare un uso consapevole e responsabile dei social. Ma vuoi mettere la bellezza del viversi gli uni gli altri e dello stare insieme?

A ideare la campagna di comunicazione, SuLLeali Comunicazione Responsabile (link a www.sulleali.it) agenzia specializzata nella comunicazione di cause di valore sociale e culturale, con un approccio strategico, che individua e utilizza in maniera integrata le azioni, gli strumenti, le piattaforme, i canali e le tecnologie più adatte a far conoscere l’Organizzazione e la causa che promuove.

LogoSulleali

COMUNICATI STAMPA

La rete, risorsa per “essere-in-relazione”, in un unico corpo.

24 Gennaio 2019

Rimettere al centro la persona, e con essa, le relazioni e la comunità, è l’invito del messaggio di Papa Francesco per la 53ma Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. In una società sempre più frammentata, dove predomina l’individualismo, il Papa ci ricorda che non siamo cellule scollegate, ma siamo
“esseri-in-relazione”, un unico corpo. Per questo funzioniamo bene nella misura in cui riusciamo a interagire in modo sano, secondo un principio di corresponsabilità gli uni verso gli altri.
Con l’avvento della globalizzazione e di internet, tende a predominare la relazione virtuale a discapito della relazione reale, in carne ed ossa, e con essa un’immagine pubblica e falsata delle persone, anziché quella vera, integra e profonda.

Per dare risalto a tutto questo, Paoline e Paolini contraddistinguono le iniziative della Settimana comunicazione 2019 con una grafica che mette in primo piano delle persone – giovani, perché più esposte alle trappole della rete (le quali scelgono di uscire dal mondo virtuale, che resta così sullo sfondo), calandosi la maschera dell’emozione facilmente veicolata dai social e spesso banalizzata, per vivere e condividere con gli altri il vero sé.
Non si vuole condannare la tecnologia e l’innovazione che guida il progresso umano, ma si mette in primo piano la bellezza dei volti e dei sorrisi che esprimono accoglienza, gioia ed entusiasmo.

I Paolini e le Paoline approfondiranno il messaggio del Papa il 7 maggio a Roma, in occasione del lancio della Settimana della Comunicazione e del Festival della Comunicazione 2019, eventi che si realizzano in collaborazione con Cattolica Assicurazione e il Servizio Promozione Sostegno Economico della CEI.

RASSEGNA STAMPA