News

Nata cinque anni fa come manifesto culturale contro i “muri mediatici” – una sorta di decalogo per il mondo dell’informazione in cui la parola non ha funzione divisiva ma favorisce l’incontro e il rispetto – la Carta è stata ripensata da padre Enzo Fortunato assieme a Iside Castagnola e Roberto Natale in vista della Giornata mondiale dei bambini.

E all’udienza generale di mercoledì 22 maggio, una delegazione di giornalisti l’ha consegnata a Francesco. Fra loro, il presidente del Consiglio nazionale dei giornalisti italiani Carlo Bartoli con altri vertici istituzionali dell’Ordine, la portavoce di Articolo 21 Elisa Marincola, il coordinatore dei presidi di Articolo 21, Giuseppe Giulietti e altre personalità.
“La firma di Papa Francesco sotto la Carta di Assisi per i bambini – si legge in una nota – ribadisce in  modo straordinario il senso di un’informazione guidata da valori essenziali e rispetto dei diritti umani”.

  • Scrivi degli altri quello che vorresti fosse scritto di te. Fai attenzione a ciò che pubblichi online: dalle azioni di ognuno dipende la felicità di tutti
  • Non temere (o vergognarti) di chiedere scusa quando ti accorgi di avere sbagliato. Chiedere scusa a volte è l’inizio di una grande amicizia ecc. ecc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mostra i commenti sul post